Accedi

Accedi all'agorà virtuale

Username *
Password *

Technology Enhanced Learning (TEL) è termine accettato oggi in sede comunitaria per indicare “un insieme di nuove tecnologie che si affiancano alla formazione tradizionale”, evidenziando come la TEL non si ponga in contrapposizione al classico apprendimento, ma, anzi, lo integri.

Il Liceo ‘Andrea Maffei’ di Riva del Garda si è impegnato, fin dalla metà degli anni ’80, a ricercare una didattica efficace e innovativa supportata dalla tecnologia. Negli anni ’90 questo si è tradotto in un avvicinamento al mondo dell’ipertestualità sia dal punto di vista tecnico sia da quello teorico con l’intenzione di:

  • - elaborare una serie di percorsi finalizzati ad una prospettiva interdisciplinare e transdisciplinare attraverso il potenziamento delle abilità di base;
  • - condurre gli studenti ad operazioni di ‘distillazione’ delle discipline ed accrescerne le capacità di sintesi; di far acquisire gli strumenti per comprendere le strutture portanti di un ipertesto;
  • - abituare alla logica multimediale guidando alla realizzazione pratica di un ipertesto.

Il portale del liceo Maffei: innovazione per il servizio e la trasparenza

A partire dal 2004 si è avvertita l’esigenza di costruire un portale dell’istituto in grado di garantire un servizio più efficiente e una sempre maggiore trasparenza. È quindi stata realizzata una piattaforma in grado di essere, per tutta la comunità scolastica, una vera e propria ‘agorà’ virtuale, un luogo cioè di incontro e di un coinvolgimento sempre più attivo di tutte le componenti.

  1. Il registro elettronico

Centrale in questo è certamente il cosiddetto “registro elettronico” che si è progressivamente imposto come strumento di trasparenza, di confronto, di comunicazione, di informazione, e di chiarezza.

Caratteristiche fondamentali:

DOCENTI

• Accesso riservato con Login
• Inserimento lezioni, assenti, note, giustificazioni
• Creazione automatica del registro di classe
• Segnalazione automatica degli studenti da giustificare
• Inserimento voti (e ulteriore protezione con parola-chiave)
• Gestione delle sostituzioni
• Comunicazioni a docenti e studenti via web (in tempo reale) con segnalazione di lettura
• Gestione delle uscite didattiche
• Gestione delle udienze
• Visualizzazione del registro personale (Argomenti lezione, assenze e voti, riassunto voti)
• Visualizzazione del registro degli studenti (riassunto andamento in tutte le discipline)
• Gestione del planning delle attività di classe
• Gestione delle proposte di voto
• Sistema di messaggistica interna con tutti gli utenti dell’istituto (con indicazione dei mittenti)
• Gestione e archivio delle comunicazioni

FAMIGLIE

• Accesso riservato con Login
• Visualizzazione del registro della classe (materia, docente, argomento, assenza dello studente, comunicazioni e note di classe o dello studente)
• Visualizzazione dei voti nelle singole discipline
• Visualizzazione dei voti (riassunto)
• Visualizzazione del planning delle attività di classe
• Possibilità di prenotazione delle udienze con conferma della prenotazione, ordine della prenotazione e ora stimata
• Sistema di messaggistica interna con tutti gli utenti dell’istituto (con indicazione dei mittenti)

  1. La didassi on line

Spinti dal motto di Origene (Neque enim putes quod innovatio semel facta sufficiat, ipsa enim novitas innovanda est[1]) si è voluto implementare la piattaforma con quanto poteva rendere l’azione didattica maggiormente personalizzata, una didassi che consentisse di ampliare l’aula “nello spazio e nel tempo”, affiancando, di fatto, alle aule reali delle aule virtuali.

Gli utilizzi del portale possono riguardare, infatti, apprendimenti personalizzati, interventi di recupero e potenziamento, la costruzione di ambienti di apprendimento cooperativo, il sostegno alla didattica tradizionale, spunti di riflessione metacognitiva, aggiornamento on-line, orientamento, tutoraggio degli studenti all’estero, progetti di e-twinning, occasioni di feed-back.

  1. Gli spazi virtuali degli organi collegiali

Il portale consente anche l’organizzazione di spazi virtuali dedicati agli organi collegiali (Consiglio dell’Istituzione, Consulta, Consigli di Classe, Collegio dei docenti, Dipartimenti), luoghi virtuali cui affidare tutta quella documentazione che sta, seppur lentamente, soppiantando il “cartaceo”.

Trovano posto, in aree ovviamente riservate, i piani di lavoro annuali, i verbali dei consigli di classe, i documenti delle commissioni, i progetti dei viaggi di istruzione. Inoltre sono spazi che consentono l’interazione e il confronto.

  1. La gestione delle attività integrative, delle carenze formative e dei progetti di istituto

Una sistema ideato, sviluppato e realizzato con risorse interne che di fatto intende semplificare la complessità burocratica legata alla gestione del recupero del tempo lavoro e delle attività di potenziamento formativo, che non di rado ha creato, in passato, difficoltà nelle previsioni di spesa dell’istituto.

La stessa piattaforma è stata poi implementata per gestire le “carenze formative” con la possibilità di vedere il quadro completo degli studenti promossi con carenza formativa, registrare corsi, verifiche e gli esiti delle stesse.

Inoltre si è voluto rispondere all’esigenza di razionalizzare i progetti in relazione a spazi, risorse, personale con la costruzione di un planning interattivo in grado di riassumere ed aggiornare l’attività dell’istituto.

  1. La Lavagna Interattiva Multimediale (LIM) al Liceo Andrea Maffei

Le aule del liceo sono divenute ambienti di apprendimento per la scoperta e la soluzione di problemi. In esso vi sono:

  • - “oggetti” per la ricerca di contenuti (libri, testi, internet, tablet, video, LIM);
  • - “processi” che permettono agli studenti di utilizzare i contenuti con efficacia (verifica di ipotesi, casi di studio, gruppi di lavoro, metodi per la ricerca, scambi di opinioni continue con l´insegnante e i compagni).

Con la LIM insegnante e studenti “esplorano”, “integrano” e “presentano” lezioni e attività potendo utilizzare simultaneamente:

  • - siti web;
  • - video e audio (già semi-predisposti o costruiti ad hoc);
  • - programmi interattivi di insegnamento;
  • - quanto realizzato può essere salvato e messo sulla piattaforma  a disposizione degli studenti;
  • - si può realizzare un grande e infinito quaderno di appunti, nel quale sia conservato il tracciamento della lezione svolta, la sua sequenza pedagogica, gli interventi effettuati, le integrazioni realizzate dagli studenti, le osservazioni fatte dagli insegnanti e dagli allievi.

Gli utilizzi della LIM possono riguardare lezioni multimediali e interattive, un potenziamento dell’interdisciplinarietà, la costruzione immediata di sintesi multimediali, verifiche multimediali.

  1. Apprendimento e tecnologie mobili

Dal 2012 alcune classi sono state coinvolte in una sperimentazione che implica l’utilizzo delle tecnologie mobili in classe. In sintesi si tratta di:

  • - utilizzare dispositivi mobili in grado di supportare il lavoro didattico in presenza e a distanza;
  • - trasformare l’aula didattica in laboratorio, consentendo, di fatto, una maggiore interattività degli studenti, grazie a dispositivi mobili e ad una connessione wireless gestita dai docenti;
  • - utilizzare la piattaforma didattica come luogo di apprendimento, a fianco della didattica tradizionale;
  • - utilizzare i dispositivi mobili per consultazione, approfondimento, ripasso, interazione, feedback, verifica, autovalutazione, metacognizione;
  • - vivere la piattaforma didattica come portfolio del lavoro scolastico;
  • - proporre azioni di formazione sull’uso delle tecnologie applicate alla didattica.

Il progetto è partito anche con una chiara visione dei libri di testo: infatti per le classi coinvolte alcune discipline non hanno adottato alcun libro di testo (con la prospettiva che l’esempio sia seguito da altri docenti): essi sono stati infatti sostituiti dalle risorse già disponibili in rete, dalla professionalità dei docenti disponibili e dalla costruzione (o meglio dalla co-costruzione) di risorse ad hoc.

Forti dell’esperienza di questi ultimi anni il progetto prevede lezioni supportate dalla LIM, coinvolgimento degli studenti, produzione materiali individuali (appunti, ..), utilizzo risorse off-line e on-line, condivisione materiali, utilizzo prove diversificate per la valutazione delle competenze (compiti, glossari, database, wiki, workshop, ..), utilizzo feed-back.

 

[1]              Origene, In Epist. Ad Roman., lib. V, n. 8