Accedi

Accedi all'agorà virtuale

Username *
Password *

Il Liceo Classico, oltre a fornire agli studenti un ricco e approfondito bagaglio culturale, si caratterizza per il suo valore formativo in quella età di grandi trasformazioni che è l’adolescenza. La formazione più profonda riguarda, infatti, la persona nella sua interezza e in particolare la sua mente, che attraverso gli studi classici acquisisce consapevolezza di sé e delle sue potenzialità.
Interpretare criticamente la realtà sempre nuova, costruire positivamente in ogni esperienza professionale e umana, comunicare in modo efficace e persuasivo, sono il prezioso patrimonio che uno studente del Liceo Classico porta in sé come tratto distintivo.
II profilo dello studente che s’iscrive al Liceo Classico, è in genere quello di un adolescente con interessi umanistici, curioso e motivato nell'impegno, che chiede alla scuola una formazione completa per potersi avviare con consapevolezza alla scelta universitaria.
L’indirizzo classico del liceo Maffei promuove l’acquisizione dei metodi propri degli studi classici e umanistici, all’interno di un quadro culturale che consente di cogliere le intersezioni tra i saperi e di elaborare una visione critica della realtà, senza trascurare la preparazione scientifica. Nei piani di studi del Maffei sono state potenziate, infatti, le ore di matematica nei primi tre anni di corso.
Nel quinto anno lo studente può inoltre scegliere percorsi di approfondimento personalizzati in vista delle scelte universitarie future.

Gli studenti, a conclusione del percorso di studio, oltre a raggiungere i risultati di apprendimento comuni a tutti i licei, dovranno:

- aver raggiunto una conoscenza approfondita delle linee di sviluppo della nostra civiltà nei suoi diversi aspetti (linguistico, letterario, artistico, storico, istituzionale, filosofico, scientifico), anche attraverso lo studio diretto di opere, documenti ed autori significativi, ed essere in grado di riconoscere il valore della tradizione come possibilità di comprensione critica del presente;
- avere acquisito la conoscenza delle lingue classiche necessaria per la comprensione dei testi greci e latini, attraverso lo studio organico delle loro strutture linguistiche (morfosintattiche, lessicali, semantiche) e degli strumenti necessari alla loro analisi stilistica e retorica, anche al fine di raggiungere una più piena padronanza della lingua italiana in relazione al suo sviluppo storico;
- aver maturato, tanto nella pratica della traduzione quanto nello studio della filosofia e delle discipline scientifiche, una buona capacità di argomentare, di interpretare testi complessi e di risolvere diverse tipologie di problemi anche distanti dalle discipline specificamente studiate;
- saper riflettere criticamente sulle forme del sapere e sulle reciproche relazioni e saper collocare il pensiero scientifico anche all’interno di una dimensione umanistica.

Classico17